Menu Chiudi

LA PRIMA UMANITÀ IN LIGURIA

Cristina Bartolini (a cura di)

La scelta del tema è scaturita da una serie di ragioni che si intrecciano e dalla constatazione dell’importanza che le epoche remote hanno rivestito per la Liguria. Questa regione è stata profondamente segnata, nel suo lontano passato, dalla presenza di civiltà preistoriche e da oltre un secolo ha alimentato un interesse incessante da parte di studiosi che si sono cimentati in scavi e sondaggi, sino al moderno approccio multidisciplinare, contribuendo a contrassegnare la nascita e lo sviluppo dell’archeologia preistorica italiana.

La scelta del tema è stata stimolata anche dal fatto che, nell’ambito di un complessivo progetto di valorizzazione, dopo oltre sessant’anni sono ripresi gli scavi in uno dei più rilevanti siti preistorici dell’area mediterranea, la celebre caverna delle Arene Candide, nel comune di Finale Ligure (SV), nota a livello internazionale per la continuità degli insediamenti, la ricchezza e la qualità dei rinvenimenti e il loro stato di conservazione.

Ma il 2009 è anche l’anno delle celebrazioni del “mito” di Charles Darwin, e per tutti questi motivi è nata l’idea di un percorso culturale dedicato a “La prima umanità in Liguria. Influenza della pubblicazione de ‘L’origine della specie’ di Charles Darwin”.

Per affrontare un tema di questo genere e non correre il rischio di realizzare un percorso specialistico, ad uso esclusivo degli “addetti ai lavori”, si è scelto di affidare l’elaborazione del progetto a un architetto sensibile ai temi dell’antico, con l’obiettivo di arrivare a un elaborato agevole, per così dire filtrato con intelligenza e capace di comunicare con un pubblico esteso, e, per garantire l’indispensabile rigore scientifico, il lavoro si è avvalso della supervisione di Roberto Maggi.

Esso offre al visitatore un quadro generale su temi legati all’attualità del pensiero di Darwin, affrontando la vicenda della nascita e della diffusione della paletnologia e i temi del rapporto uomo – natura mediante un progressivo avvicinamento dal generale al puntuale, dalla dimensione europea a quella locale, con uno spazio dedicato ad alcuni personaggi che hanno contribuito al dibattito sulla paletnologia in Liguria.

Il percorso offre al visitatore anche un quadro generale della “consistenza del patrimonio archeologico” in Liguria, focalizzando l’attenzione su siti archeologici e musei attraverso la voce dei protagonisti degli scavi e delle scoperte e le loro testimonianze dirette.

Elaborazione e testi a cura di Giorgia Teso


INTRODUZIONE AL PERCORSO: DARWIN E LA PALETNOLOGIA

STRUTTURA DEL PERCORSO

BIBLIOGRAFIA


ARGOMENTI DISPONIBILI

Nascita e diffusione della paletnologia

Il rapporto uomo-natura e i luoghi della prima umanità in Liguria

Il pensiero laico e i personaggi della paletnologia in Liguria

I metodi della paletnologia in Liguria: casi studio

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti per migliorare la sua consultazione. Cliccando su "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi