C_Il pensiero laico e i personaggi della paletnologia in Liguria

Giorgia Teso

Il confronto tra “idea” e “materia” ha consentito solo in fasi molto recenti l’affrancamento laico della ricerca e l’interpretazione dei risultati delle indagini scientifiche.
Questa sezione contiene descrizioni dei successi e delle piccole o grandi “lotte per l’esistenza” del pensiero laico, che gli studiosi di paletnologia dovettero affrontare, in Liguria proprio come altrove. Si citano le esperienze di Giovanni Capellini, Arturo Issel, Don Nicolà Morelli e Luigi Bernabò Brea.

 

Temi

1_Giovanni Capellini (1833-1922)

Giorgia Teso

Giovanni Capellini ebbe una vita e una carriera scientifica molto lunghe. Nato a La Spezia in pieno Positivismo, darwinista convinto, si inserì nel panorama culturale europeo ed internazionale. ... Leggi

2_Arturo Issel (1842-1922)

Giorgia Teso

Arturo Issel nacque a Genova l’11 aprile 1842. Fu un eminente studioso di scienze naturali; in tale veste ricoprì la cattedra di Geologia dell'Università di Genova e gettò ... Leggi
3_Don Nicolò Morelli (1855-1920)

3_Don Nicolò Morelli (1855-1920)

Giorgia Teso

Nicolò Morelli nacque nel 1855 e fu studente dell’Istituto Tecnico presso il Collegio Ghislieri di Finalmarina. Assunse il sacerdozio e conseguì la laurea in Scienze Naturali a Genova ... Leggi

4_Luigi Bernabò Brea (1910-1999)

Giorgia Teso

Nato a Genova il 27 settembre 1910, Luigi Bernabò Brea si laureò a Genova in Giurisprudenza nel 1932, ma affascinato da una conferenza di preistoria tenuta dal paletnologo Aldobrandino Mochi ... Leggi